Digital Workplace

Come ottimizzare una Best Practice?

Una lezione che ho imparato dalla mia esperienza in azienda è che, nonostante avessi entusiasmo e competenze, molti aspetti del mio lavoro venivano complicati e/o rallentati dalla mancanza di una guida operativa e di procedure organizzative.

Quando la situazione diventava però insostenibile (già… in genere si agiva solo di fronte all’emergenza o dopo un disastro, raramente in maniera preventiva) col mio responsabile si parlava finalmente di introdurre una o più “Best Practice” che potessero migliorare la situazione.

Di cosa parliamo? Le “Best Pratice” sono le cosiddette “Buone Pratiche”, esempi riconosciuti di modi di lavorare più efficienti che a livello organizzativo si traducono in “procedure” da condividere all’interno dell’organizzazione o di un team di lavoro.
Procedure ben scritte sono fondamentali per migliorare la qualità del lavoro in azienda, e quindi per consentirci di affrontare ogni giorno il mercato con maggiori possibilità di successo.
Le procedure ci guidano nel lavoro e ci fanno lavorare con coerenza, così da svolgere i compiti assegnati sempre con le medesime e comprovate modalità.
Una procedura deve definire il modo migliore per svolgere una determinata operazione, prevedendo al contempo un sistema di raccolta e analisi dati per poter valutare (e validare) continuamente i risultati ottenuti.

E così quando il mio collega mi ha parlato di Digital Workplace, e in particolare del software Kissflow, non ho avuto dubbi che questa piattaforma nell’ambito del Business Process Management (BPM) rappresenti finalmente la realizzazione pratica e completa del concetto di “Best Practice”.

Kissflow permette di raggiungere l’obiettivo di qualsiasi organizzazione, ossia la gestione completa delle procedure dei suoi processi, avendo sempre come punto nodale le 3C (coordinamento, controllo, collaborazione) che stanno alla base dell’efficienza e del miglioramento continuo aziendale.

Gestire e migliorare continuamente le procedure, e di conseguenza migliorare il sistema e l’ambiente all’interno del quale si lavora, dovrebbe essere la prima preoccupazione di ogni organizzazione e la flessibilità di Kissflow, piattaforma SaaS in cloud e zero-code, permette proprio di raggiungere questo obiettivo.

Implementare delle best practice con un coerente tool di gestione dei processi è necessario per tendere verso un successo duraturo, il che vuol dire continuamente progredire, ottimizzare, monitorare ed eventualmente cambiare.

Per questo motivo è nata Honu, un team di ingegneri che può tradurre le vostre best practice in procedure da gestire attraverso un moderno Digital Workplace in modo chiaro e comprensibile, con la possibilità di monitorare i dati e rinnovare velocemente e facilmente i processi per aumentare efficienza e produttività.

condividi:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su pinterest

post recenti: